291 c.p.c. In tema di notificazione a mezzo del servizio postale, costituendo la relata momento fondamentale del procedimento notificatorio, sia ai sensi del codice di rito che delle norme speciali del processo tributario, la mancata apposizione della stessa sull’originale o sulla copia consegnata al destinatario, ai sensi dell’art. 8, con il ritiro del piego ovvero con gli altri elementi previsti per propiziare la conoscenza dell’atto, ivi compreso il decorso del tempo, nell’ipotesi della cosiddetta «compiuta giacenza». 149 Codice di Procedura Civile Leggi Anche: Deposito atti giudiziari telematico: come avviene? Lavoro, sentenza n. 3764 del 29 marzo 1995, Cassazione civile, Sez. Tali cookie non memorizzano alcuna informazione personale. 139 cod. In tal caso l’ufficiale giudiziario scrive la relazione di notificazione sull’originale e sulla copia dell’atto, facendovi menzione dell’ufficio postale per mezzo del quale spedisce la copia al destinatario in piego raccomandato con avviso di ricevimento. 331 c.p.c. 17 Mar. È possibile che Agenzia Entrate Riscossione invii le sue cartelle esattoriali mediante raccomandata. Il principio dell’inesistenza della notificazione a mezzo posta, in caso di mancata produzione dell’avviso di ricevimento, comporta, ove si tratti di notificazione della sentenza impugnata, l’inidoneità della medesima a segnare il decorso del termine breve d’impugnazione. In tema di notificazione degli atti processuali a mezzo del servizio postale, ai sensi del sesto comma dell’art. 2719 cod. Pertanto, unico testo ufficiale e definitivo è quello pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Italiana che prevale in casi di discordanza rispetto al presente. Nullità della notifica della multa per compiuta giacenza. Lavoro, sentenza n. 2635 del 20 marzo 1999, Cassazione civile, Sez. 140 c.p.c., il rifiuto di ricevere la copia dell’atto da parte di una delle persone diverse dal destinatario indicate nell’art. È obbligatorio ottenere il consenso dell\'utente prima di eseguire questi cookie sul tuo sito web. attualmente vigente (dal 21 aprile 1942) fu approvato con r.d. 3 della legge 20 novembre 1982 n. 890, ne comporta non l’irregolarità, ma la nullità sanabile con la costituzione del convenuto. III, sentenza n. 390 del 11 gennaio 2007, Cassazione civile, Sez. VI-3, ordinanza n. 13758 del 17 giugno 2014, Cassazione civile, Sez. 372 c.p.c., trattandosi di dimostrare l’ammissibilità del ricorso) della ricevuta, rilasciata dall’ufficiale giudiziario ai sensi dell’art. Se in questo termine il destinatario non si reca all’ufficio postale a ritirare la raccomandata o l’atto giudiziario, allora si determinerà, a partire dal giorno successivo a quello assegnato nell’avviso, l’effetto della compiuta giacenza dell’atto giudiziario o della raccomandata. Vediamo cosa dice la legge. e dell’art. I, sentenza n. 7113 del 25 maggio 2001, Cassazione civile, Sez. 34 D.P.R. III, sentenza n. 11452 del 23 luglio 2003, Cassazione civile, Sez. Ne consegue che è tempestiva la spedizione dell’avviso di rettifica effettuata prima dello spirare del termine di decadenza gravante sull’ufficio, a nulla rilevando che la consegna al destinatario sia avvenuta successivamente a tale scadenza. Questa categoria include solo i cookie che garantiscono funzionalità di base e caratteristiche di sicurezza del sito. 8, comma secondo, della legge n. 890 del 1992, nell’originaria formulazione, sia pure nel testo risultante dalla sentenza della Corte costituzionale n. 346 del 1998). Legge n°890 del 20 Novembre 1982. Nella notificazione a mezzo del servizio postale le attestazioni apposte sull’avviso di ricevimento dall’agente che provvede al recapito del plico fanno fede fino a prova contraria in ordine all’indicazione di un determinato luogo, dimora o domicilio del notificando, nonché in ordine al rapporto fra il predetto soggetto e la persona alla quale l’atto è stato consegnato. 8, secondo e terzo comma, della legge n. 890 del 1982, per la notificazione mediante il servizio postale (nel caso in cui le persone rinvenute presso il destinatario della notifica ed in sua assenza rifiutino di ricevere il plico), non dà luogo ad inesistenza della notifica, che si verifica quando il tentativo sia avvenuto in luogo e con modalità tali che non sussista alcun collegamento con il destinatario, ma a nullità sanabile con la rinnovazione o con la costituzione in giudizio del destinatario stesso; tuttavia la sanatoria è ammissibile soltanto a condizione che non si sia verificata “medio tempore” alcuna decadenza, come invece si riscontra in caso di nullità della notificazione dell’atto di appello, se prima della rinnovazione o della costituzione in giudizio dell’appellato si sia determinato il passaggio in giudicato della sentenza impugnata. .» — di non aver ricevuto il piego raccomandato). 8 della legge n. 890 del 1982) — al pari di quanto accade in tema di notificazione a persona di residenza, dimora o domicilio sconosciuti (art. Pertanto, la missiva potrebbe contenere: una comunicazione riguardo un decreto … I, sentenza n. 24852 del 22 novembre 2006, Cassazione civile, Sez. . A tale conclusione non osta la sentenza della Corte costituzionale n. 477 del 2002 — con la quale è stata dichiarata l’illegittimità costituzionale del combinato disposto dell’art. le generalità del soggetto che ha chiesto la notificazione e del destinatario; il giudice che ha pronunciato il provvedimento notificato o davanti al quale si deve comparire, con la data o il termine di comparizione; la data e sottoscrizione dell’ufficiale giudiziario; invio al destinatario di una raccomandata con avviso di ricevimento nella quale comunica l’avvenuta esecuzione delle suddette formalità. 379 c.p.c., ma prima che abbia inizio la relazione prevista dal comma 1 della citata disposizione, ovvero fino all’adunanza della corte in camera di consiglio prevista dall’art. I cookie necessari sono assolutamente essenziali per il corretto funzionamento del sito. 15 dicembre 1959, n. 1229), e, pertanto, è affetta da nullità ove eseguita da ufficiale giudiziario diverso. In tema di notificazione per mezzo del servizio postale, secondo la previsione dell’art. NOTIFICA PER COMPIUTA GIACENZA . Se neanche questi soggetti vi sono o rifiutano di ritirare la raccomandata, la notifica si considera compiuta solo dopo che il postino avrà: I) depositato l’atto presso l’ufficio postale; II) avrà dato notizia di ciò al destinatario con la spedizione di una seconda raccomandata. I, sentenza n. 17023 del 5 agosto 2011, Cassazione civile, Sez. Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la navigazione. III, sentenza n. 13580 del 26 maggio 2008, Cassazione civile, Sez. 2700 c.c., fa piena prova della eseguita notificazione e della identità della persona cui è stato consegnato il plico e che ha sottoscritto l’atto. Se ciò non è possibile, la notifica può essere effettuata ovunque si trovi il destinatario (ad esempio, a casa di amici) purché nell’ambito della circoscrizione di competenza dell’ufficiale giudiziario. La distinzione dei momenti di perfezionamento della notifica per il notificante e il destinatario dell’atto, risultante dalla giurisprudenza della Corte costituzionale, trova applicazione solo quando dall’intempestivo esito del procedimento notificatorio, per la parte di questo sottratta alla disponibilità del notificante, potrebbero derivare conseguenze negative per il notificante, quale la decadenza conseguente al tardivo compimento di attività riferibile all’ufficiale giudiziario, non anche quando la norma preveda che un termine debba decorrere o un altro adempimento debba essere compiuto dal tempo dell’avvenuta notificazione, come per la costituzione dell’appellante o il deposito del ricorso per cassazione, dovendo essa in tal caso intendersi per entrambe le parti perfezionata, come si ricava dal tenore testuale degli articoli 165 e 369 c.p.c., al momento della ricezione dell’atto da parte del destinatario, contro cui l’impugnazione è rivolta. Con riguardo alla notificazione eseguita ai sensi dell’art. Il codice di procedura civile (c.Codice di procedura civilec.) 1 della legge n. 890 del 1982 gode della stessa fede privilegiata dell’attività direttamente svolta dall’ufficiale giudiziario stesso ed ha lo stesso contenuto, essendo egli, ai fini della validità della notifica, tenuto a controllare il rispetto delle prescrizioni contenute nel codice di rito sulle persone a cui l’atto può essere legittimamente notificato, e ad attestare la dichiarazione resa dalla persona che riceve l’atto, indicativa della propria qualità; ne consegue che la contestazione del destinatario dell’atto, il quale affermi che le parole che compaiono sulla relata di notifica («incaricato del ritiro») siano state aggiunte da persona diversa dal pubblico ufficiale, dopo la sottoscrizione del consegnatario dell’atto notificato, può essere proposta solo con querela di falso, avendo ad oggetto il contenuto estrinseco di un atto proveniente da un pubblico ufficiale. I, sentenza n. 11496 del 7 settembre 2001, Cassazione civile, Sez. 140 c.p.c. 7 della legge 20 novembre 1982, n. 890 prescrive che la consegna del piego postale deve essere effettuata a persona che abbia almeno 14 anni, onde sussiste l’obbligo dell’agente postale di accertare che la persona a cui effettua la consegna non sia minore degli anni 14, con la conseguenza che la violazione di tale disposizione, attenendo alla persona del consegnatario, determina la nullità della notificazione, ai sensi dell’art. civ. La compiuta giacenza è un meccanismo che entra in gioco quando al momento della notifica il postino non trova il destinatario del verbale, né un altro soggetto autorizzato dalla legge a ricevere la notifica. Lavoro, sentenza n. 2276 del 14 febbraio 2003, Cassazione civile, Sez. Codice procedura civile. 149 c.p.c. 140 e 143 codice procedura civile , e, quindi, con gli avvisi di deposito di cui all’art. È chiaro che se il contribuente non ritira la raccomandata che contiene la cartella, non ne conoscerà il contenuto e dunque non potrà impugnarla per dei vizi che non ha conosciuto, condannandosi da sé al pagamento dei tributi o delle sanzioni amministrative oggetto della cartella esattoriale volutamente non ritirata. Tributi – Avviso di accertamento – Notifica diretta a mezzo del servizio postale per compiuta giacenza – Perfezionamento della notifica – Applicazione delle disposizioni concernenti il servizio postale ordinario per la … II. (Nel caso di specie la notificazione del ricorso per Cassazione risultava essere stata eseguita da un sedicente “responsabile di Ufficio personale” non meglio identificato mentre nella dizione a stampa predisposta per la relazione di notifica — che non risultava affatto sottoscritta da un ufficiale giudiziario o da un suo aiutante — si leggeva, fra l’altro: “io sottoscritto aiutante ufficiale giudiziario addetto all’Ufficio unico notifiche presso la Corte di appello di Milano”; la S.C., dopo aver affermato il suddetto principio ha dichiarato l’inammissibilità del ricorso). ART. In tal caso, la prova rigorosa della consegna tempestiva dell’atto da notificare deve essere offerta attraverso la produzione (nella specie, ex art. 140 c.p.c. 7 della legge n. 890/1982 ha introdotto una presunzione di convivenza temporanea del familiare nell’abitazione del destinatario dell’atto da notificare per il solo fatto che detto familiare si sia trovato nella casa al momento della notifica ed abbia preso in consegna l’atto stesso, salva prova contraria, da fornirsi a cura dell’interessato, dell’assenza di qualsiasi, pur temporanea convivenza. 156 c.p.c., anche nel caso in cui il destinatario abbia ricevuto al proprio indirizzo la raccomandata informativa del deposito del piego presso l'ufficio postale ed abbia scelto di ometterne il ritiro determinando la compiuta giacenza, potendo la presunzione di conoscenza di cui all'art. Abbiamo detto che la compiuta giacenza è uno strumento previsto dalla legge per far andare a buon fine la spedizione di raccomandate e di atti giudiziari non consegnati per assenza del destinatario o per mancato ritiro da parte dello stesso. Il Codice di Procedura Civile è funzionale all’applicazione degli istituti di diritto privato e contiene gli strumenti di tutela e di esecuzione coattiva dei diritti ad essi associati.TrovaLegge è lo strumento per trovare, tra centinaia di leggi, la norma applicabile al tuo caso. L'omissione di uno degli adempimenti previsti dall'art. 7 della legge n. 890 del 1982, introdotto dall’art. In caso di notifica di atto tributario, la Cassazione ha statuito che, perché si configuri la compiuta giacenza, il portalettere deve dare prova di aver, quantomeno, tentata la notifica della seconda raccomandata, la cosiddetta raccomandata informativa (Cass. Art. (Nella fattispecie, relativa ad una opposizione a verbale di infrazione al codice della strada, la S.C. ha cassato la sentenza del giudice di pace che aveva dichiarato tardiva l’opposizione, nonostante non risultasse con certezza la data di perfezionamento della notificazione a mezzo posta del verbale opposto, in assenza della produzione del relativo avviso di ricevimento).